089 481820 - Via Cristoforo Capone, 59 Salerno info@caosinforma.it
N. 142 - aprile 2021
Approfondimenti

IL PARERE DELL'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità)

IL PARERE DELL’OMS 

L’organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) descrive il concetto di dipendenza patologica come quella condizione psichica, e talvolta anche fisica, derivante dall’interazione tra un organismo vivente e una sostanza tossica, e caratterizzata da risposte comportamentali e da altre reazioni, che comprendono sempre un bisogno compulsivo di assumere la sostanza in modo continuativo o periodico, allo scopo di provare i suoi effetti psichici e talvolta di evitare il malessere della sua privazione.

Per quanto le ultime versioni del Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali  1 e del Manuale di Classificazione delle Sindromi e dei Disturbi Psichici e Comportamentali 2 continuino a proporre una nozione di ‘dipendenza’ riferita in modo esclusivo all’assunzione di sostanze ad attività psicotropa, questa viene sempre più frequentemente utilizzata anche nell’inquadramento di particolari entità sindromiche derivanti dallo sviluppo di comportamenti assuefattivi che si sviluppano in assenza dell’assunzione di qualsiasi sostanza.

DSM DIFFERENZA TRA ‘ADDICTION’, ‘SUBSTANCE USE’ E ‘DEPENDENCE’.

Il DSM ha evitato a lungo il termine ‘addiction’, utilizzando piuttosto di ‘substance use’ e ‘dependence’. Secondo la quarta edizione del manuale, l’abuso di sostanze si riferisce a un consumo di droga ripetuto che crea problemi sul lavoro, a scuola e nella vita sociale. Per contro, la definizione di dipendenza da sostanze corrisponde a ciò che molti intendono per ‘tossicodipendenza’: una quantità eccessiva di tempo trascorso per entrare in possesso della sostanza, una maggiore tolleranza a essa, danni fisici o psicologici dovuti al suo consumo, tentativi falliti di interromperne l’assunzione e sintomi di astinenza.

I COMPORTAMENTI ANOMALI

Le ‘nuove dipendenze’, o ‘dipendenze senza sostanza’, si riferiscono a una vasta gamma di comportamenti anomali: tra esse possiamo annoverare:

  • il gioco d’azzardo patologico,
  • lo shopping compulsivo,
  • la cosiddetta ‘new technologies addiction’ (dipendenza da TV, internet, social network, videogiochi),
  • le dipendenze dal lavoro (workaholism),
  • le dipendenze dal sesso (sex-addiction) e dalle relazioni affettive,
  • e alcune devianze del comportamento alimentare come l’ortoressia  o dell’allenamento sportivo come la sindrome da overtraining.